Il Parco Anpana Onlus sezione territoriale di Cremona

A.N.P.A.N.A. ONLUS

Il Progetto Canile – Casalmaggiore (CR) è gestito e sostenuto dall’Associazione Nazionale Protezione Animali Natura Ambiente (A.N.P.A.N.A) sez. territoriale provinciale di Cremona.
A.N.P.A.N.A. è stata fondata a Roma il 3 Aprile 1985 ed oggi è presente in tutto il resto dell’Italia, con Sezioni e Delegazioni.

L’Associazione è iscritta agli Albi Regionali per il Volontariato su tutto il territorio Nazionale, per la Protezione Animali, Ambiente e per la Protezione Civile; è riconosciuta dal Dipartimento Nazionale per la Protezione Civile con Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, dal Ministero della Salute con Decreto n°4/2007 EN.AS. del 3 luglio 2007 e dalle Nazioni Unite come Ente formatore. E’ iscritta nel registro delle Associazioni di interesse della Comunità Europea e nell’elenco delle Associazioni Europee di Volontariato.

Per ulteriori informazioni
vi invitiamo a visitare il sito ufficiale

Perchè il Progetto Canile Rifugio Anpana Cremona?

Fulcro dell’Associazione sono i volontari A.N.P.A.N.A Onlus Cremona che mettono a disposizione il proprio tempo libero con amore e dedizione per occuparsi della cura e della promozione delle adozioni degli ospiti a 4 zampe ancora in cerca di una famiglia.

 

Vogliamo donare alla collettività un progetto realmente inclusivo che permetta, soprattutto alle fasce più deboli (disabili, bambini, anziani), di avere un luogo dedicato dove poter riscoprire il contatto con la Natura e gli animali, oltre ad avere un luogo immerso nel verde dove rilassarsi e poter scoprire la bellezza di un rapporto unico con i nostri cani ospiti. 

 

L’obiettivo ultimo di questo Parco è divenire uno spazio aggregativo, con una nuova concezione. All’interno di questo spazio, immerso nel verde, verranno realizzati servizi e attività differenti. In questo modo si vuole creare una concezione totalmente innovativa di “canile” o “gattile” che non devono più essere visti come luoghi isolati, dove destinare gli animali abbandonati, ma diventano spazi calati all’interno di un contesto inclusivo.

Il rifugio diventerà il luogo dove riscoprire il rapporto Uomo-Natura-Animali, con percorsi sensoriali dedicati (vi sarà un’area verde di oltre 2.000 metri quadrati, realizzata ad hoc, insieme a consulenti esperti), un piccolo bosco dove riscoprire la Natura e dove poter insegnare alle nuove generazioni a rispettare gli animali che la vivono. Saranno realizzati spazi per valorizzare e tutelare la biodiversità che è un bene prezioso, sotto la responsabilità di tutta la collettività. Buona lettura!

IL PARCO ANPANA
Il nome della struttura verrà deciso quando sarà tempo, ma è già tempo di sogni per il gruppo dei volontari ANPANA. Sogni che inizieranno a concretizzarsi già a partire dal 2021. Il terreno c’è già, a Casalbellotto, e le pratiche da espletare prima di partire con la realizzazione sono già tutte avviate. E’ raggiungibile dalla tangenziale che collega la Sabbionetana a Viadana.

CAMBIANO LE PROSPETTIVE
Saranno le persone al centro del progetto perché la struttura sarà a disposizione per progetti legati all’inclusione sociale. Sin dalla sua gestione: ad affiancare il personale ANPANA ed i volontari che per 10 anni hanno gestito il canile di Calvatone, ci sarà la Cooperativa Santa Federici. E’ stato il primo partner che ha creduto ad un’idea, ad un ruolo attivo dei ragazzi della cooperativa che verranno seguiti passo passo, che avranno progetti individualizzati affinché ognuno possa crescere e fare a seconda delle proprie capacità. “Tutto ciò che è legato al sociale ci interessa, e ancor di più tutto ciò che coinvolga uomo e animali nel benessere collettivo”.

UNA STELLA SPECIALE
Il nome della struttura verrà deciso quando sarà tempo, ma intanto una cosa è già stata decisa. Nella struttura uno spazio, il più bello, sarà dedicato a Francesca Cerati. “La scelta è stata fatta all’unanimità, e ci sarà tempo per approfondirla. Vorremmo che questo progetto avesse l’energia, la forza ed il sorriso di Francesca, amante degli animali oltre che talento purissimo della danza. Sarà come averla tra di noi, come con noi in questi mesi è restata sua mamma che ci ha dato una grossa mano”. Si deciderà più avanti, anche dopo un confronto con Laura Passerini ma l’intenzione è quella.

Una struttura con una stretta correlazione sociale tra più soggetti, individui e animali. Uno spazio in cui si possa imparare a convivere, in cui si possa crescere. Un sogno insomma, che è ormai a pochi passi dall’inizio della sua realizzazione.

Ogni raccolta fondi o attività promossa dall’Associazione Anpana Onlus sezione territoriale di Cremona è destinata al finanziamento di questo progetto.